Cromatografo ionico per l'analisi dell'acqua

10/20/2016 by admin

Cromatografo ionico per l'analisi dell'acqua

L'obiettivo di cromatografia ionica (IC) è quello di separare un campione d'acqua in diversi picchi su una banda. Ogni picco rappresenta un ione e la superficie di quel picco rappresenta la concentrazione. Gli ioni che sono in genere determinati su un IC includono anioni (fluoruro, cloruro e bromuro), che tecniche (sodio, potassio e calcio) e acidi organici (umici, ossalico e acetici).

Principi

Cromatografia ionica misura le concentrazioni di diversi composti o elementi che si trovano in acqua. Ciascuno ione individualmente è estratta tramite un eluente, un liquido che assorbe ioni e separati attraverso una colonna resinato. Il tempo che ci vuole per lo ione di apparire come un picco su una banda determina qual è quello ione.

Applicazioni

Ci sono centinaia di diversi tipi di applicazioni per cromatografia ionica in fase di sviluppo ogni giorno per essere utilizzato nel settore ambientale, manifatturiero e alimentare. Potabile e acque reflue sono alcune applicazioni per IC usati nei laboratori ambientali, mentre l'industria alimentare lo utilizza per la produzione di latte o di vino. Altre applicazioni includono rilevare esplosivi, pesticidi e metalli.

Analisi

Un sistema di cromatografia dello ione può essere paragonato a un sistema home theater d'elite. C'è un sistema principale dove la separazione avviene (TV), un campionatore automatico per mettere i campioni in (lettore DVD) e un computer che controlla l'intero sistema (controllo remoto). La quantità di tempo per ogni campione determina quale applicazione ed eluente viene utilizzato. Anioni possono richiedere fino a 30 minuti per campione, considerando che cationi potrebbero richiedere circa 15 minuti per campione.

Articoli correlati